Casa > Tutto sulle piattaforme CMS > Esercitazioni su Wordpress > Come creare un blog su WordPress in 2021 [Passo dopo passo] - IT

Come creare un blog su WordPress in 2021 [Passo dopo passo] - IT

Sei nuovo nel bloggare e stai cercando modi per creare un blog?

Creare un blog può sembrare opprimente per una persona senza esperienza e competenze nella nicchia. però, non è così difficile come potresti pensare.

Piattaforme come WordPress rendono il compito molto più semplice, poiché non è necessario scrivere codice e creare il tuo sito web da zero.

Tutto quello che devi fare è studiare come funziona WordPress per impostare il tuo blog. Ti forniamo questo articolo istruttivo per aiutarti lungo la strada. Così, fare un respiro profondo e passare attentamente attraverso il 10 passaggi di seguito.

Sommario [nascondere]

  1. Perché stai creando un blog?
  2. Scegli WordPress come piattaforma CMS
  3. Come creare un blog: Passaggi iniziali
  4. Come configurare le migliori impostazioni del blog WordPress
  5. Utilizzo dell'editor di WordPress per creare un blog
  6. Crea pagine sul tuo blog WordPress
  7. Come scrivere il tuo primo post
  8. Come creare la tua strategia per i contenuti?
  9. Inizia con il SEO di WordPress (Tecniche SEO)
  10. Come promuovere il tuo blog
  11. Come monetizzare il tuo blog

Perché stai creando un blog?

Perché stai creando un blog

Definisci la tua nicchia

Perché stai creando un blog?

Questa domanda sembra piuttosto semplice ma richiede un pensiero e un'attenzione dedicati. Una serie di motivi potrebbero alimentare la tua decisione, come fare soldi o condividere esperienze personali. O perché no entrambi?

A seconda della tua attuale esperienza o hobby, dovresti scegliere una nicchia di cui sei appassionato.

Passione significa ispirazione, e dovresti sentirti ispirato mentre lavori al tuo nuovo progetto. Che senso ha fare qualcosa di cui NON sei entusiasta, Comunque?

però, passione e ispirazione non bastano.

La nicchia del tuo blog e gli argomenti di cui scriverai dovrebbero essere intriganti per il tuo pubblico. Dovresti ricercare gli argomenti e verificare se sono degni di traffico.

sì, il volume di traffico è sicuramente una parola chiave nel processo di creazione di un blog di successo!

Dovresti anche valutare attentamente se vuoi guadagnare con la pubblicità. In tal caso, puntare a una nicchia più ampia che attiri un volume di traffico maggiore.

Ovviamente, non esiste una verità assoluta, e l'unica cosa sicura qui è che devi fare una ricerca approfondita prima di iniziare il processo.

Segui questi suggerimenti per principianti

Abbiamo altri suggerimenti utili da condividere con te all'inizio del tuo viaggio nel blog:

  • Considera la tua conoscenza, Esperienza, e competenza. Potrebbe essere più intelligente usare le tue attuali conoscenze come base del tuo progetto.

    Per di qua, ciò che hai come esperienza verrà messo in pratica e avrai spazio per un ulteriore sviluppo man mano che avanzi.

    Puoi anche impostare il sito per generare entrate espandendo il tuo orizzonte mentre fai qualcosa che ti piace.

  • Considera la possibilità che tu possa voler vendere il tuo sito in futuro. I siti con un buon nome di dominio e uno scopo chiaro vanno da centinaia a migliaia di dollari.

    Potresti voler analizzare la domanda e quindi la probabilità che qualcuno acquisti il ​​tuo blog.

    Ciò significa analizzare l'argomento per le tendenze che saranno popolari in futuro, come la realtà virtuale, nano-tech, veicoli elettrici, IoT (Internet delle cose), eccetera.

  • Considera la possibilità di scegliere una nicchia redditizia per il tuo blog. La selezione della nicchia per il tuo sito è un argomento molto importante. Secondo il modello di marketing "Scope of Penetration", colpire una nicchia più nuova e non sviluppata significa una penetrazione più facile, e quindi potrebbe essere più facile avere successo.

    Anche, hai maggiori possibilità di rimanere aggiornato sui risultati di Google.

  • Cosa sei disposto a investire per creare un blog? È un passaggio molto importante avere un'idea chiara di ciò che sei disposto a pagare per il tuo sito.

    E non stiamo parlando solo di fondi, ma anche il tempo ha investito. Se il tuo sito migliora ogni mese, allora dovresti continuare a investire tempo e denaro perché sono indicatori forti per il successo futuro.

Scegli WordPress come piattaforma CMS

Scegli wordpress come tuo cms

Nonostante ci siano molti sistemi di gestione dei contenuti (CMS), consigliamo vivamente di usare WordPress.

Dopotutto, è la piattaforma più popolare e ampiamente adottata.

Secondo Statistiche W3Techs, il WP CMS è utilizzato da 62.7% di tutti i siti Web con CMS noto. Questo fa 35.9% di tutti i siti Web sul Web. Versione di WordPress 5, in particolare, è usato da 72.5% di tutti i siti web che utilizzano la piattaforma.

La tendenza storica mostra anche che la diffusione del CMS sta crescendo costantemente e che la piattaforma viene utilizzata da più siti Web rispetto a Joomla e Drupal.

La scelta arriva con un'altra decisione importante che modellerà la tua futura esperienza di blogging.

Dovresti andare con WordPress.com o WordPress.org?

Qual è la differenza tra WordPress.com e WordPress.org?

La piattaforma WP CMS è una delle piattaforme software più popolari per la creazione di blog e siti Web.

Essendo gratuito e open source, sia per i blogger esperti che per quelli inesperti è facile modificarlo in base alle proprie esigenze.

Il pacchetto software principale è disponibile per chiunque su WordPress.org, e può anche essere installato come parte di un pacchetto da un provider di hosting Web.

WordPress.com supporta anche il software principale. Una società chiamata Automattic, creato da uno dei fondatori di WordPress ha reso il dominio.COM per l'hosting di siti Web basati su WP.

Ricorda che se vai con .com, non dovrai installare il software in quanto è già incluso.

Se il risultato finale è lo stesso, potresti chiedere "Perché dovrebbe importare quale dei due scelgo”?

La risposta è che conta MOLTO perché definirà il controllo che hai sul tuo sito o blog. Il nostro consiglio è di scegliere la piattaforma WordPress.org self-hosted perché ti dà tutta la libertà di cui hai bisogno.

Tieni presente che avere un sito Web ospitato autonomamente è come possedere la tua casa. Ospitare autonomamente un sito significa avere accesso a tutti i file relativi a un sito web. Il vantaggio è che puoi farlo in qualsiasi momento, come meglio credi.

Un sito web self-hosted ha il proprio nome di dominio ed è ospitato da un provider che dispone di uno spazio specifico riservato a tali siti self-hosted.

Puoi personalizzare il tuo sito in qualsiasi momento.

Per farla breve, WordPress.com è un ottimo esempio di una piattaforma ospitata che gira sul suddetto software WordPress, ma WordPress.org offre un pacchetto di siti WordPress disponibile per il download in modo da poterlo eseguire su un sito con hosting autonomo.

Funzionalità di WordPress.com e WordPress.org

Temi

Ogni sito WordPress là fuori cerca di essere unico. I temi sono l'unica cosa che può cambiare l'aspetto di un sito in un istante selezionandone uno da un elenco di quelli predefiniti.

Sei bloccato con i temi creati da WordPress se non paghi per Premium. Se paghi per questo, puoi anche selezionare un tema creato al di fuori di WordPress.

WordPress.org offre agli utenti la libertà di installare e personalizzare i temi come preferiscono, e i temi possono provenire anche da fonti esterne.

I temi gratuiti e quelli premium possono essere modificati tramite la dashboard dell'amministratore, oppure i progettisti esperti possono manomettere direttamente i file per una personalizzazione più profonda.

Temi premium hanno più funzionalità rispetto a quelle gratuite che le rendono preferibili nella maggior parte dei casi.

plugin

WordPress.com ha opzioni limitate quando si tratta di plugin. Plugin per la condivisione sui social media, Google Analytics limitato, Moduli di contatto, e altri di base sono disponibili per impostazione predefinita e vengono forniti con ogni piano.

però, non è possibile installare altri plug-in.

Il WordPress.org self-hosted è l'opzione migliore a questo proposito in quanto viene fornito con un potente Google Analytics, e puoi installare qualsiasi plugin tu voglia, senza limitazioni.

Gli sviluppatori della community di WordPress hanno anche aggiunto alcuni dei loro progetti di codice per aggiungere ulteriori funzioni specifiche che non sono disponibili in WordPress.com.

I plugin sono usati per una varietà di funzionalità:

Così, alla fine, se vuoi una configurazione rapida che funzioni, non richiede quasi nessuna manutenzione, ed è facile da configurare, dovresti scegliere WordPress.com.

D'altro canto, se vuoi la libertà di scelta, personalizzazione più profonda, migliore Analytics, e armeggiare di più con il sito, allora dovresti assolutamente rimanere con WordPress.org.

Fiduciosamente, questo post è stato abbastanza informativo da permetterti di prendere una decisione più semplice su quale andare.

In entrambi i casi, WordPress è così popolare e grande che qualunque delle due piattaforme con cui scegli, hai ancora opzioni per rendere ogni sito che occupi, nei tuoi veri colori.

Puoi saperne di più su entrambe le versioni di WP nel nostro articolo dedicato WordPress.com contro .org.

Come creare un blog: Passaggi iniziali

Come creare un blog: Passaggi iniziali

Come scegliere il nome di dominio corretto

La scelta di un nome di dominio per il tuo primo sito può essere sia divertente che impegnativo. Dal momento che questo sarà il nome con il quale sarai conosciuto e scoperto online, devi scegliere con cura.

Possederai questo nome finché continuerai a pagare la quota annuale. Tieni presente che i nomi di dominio più competitivi terminano con l'estensione “.con” estensione, e potrebbero non essere disponibili o essere piuttosto costosi.

ciò nonostante, questo non dovrebbe scoraggiarti perché c'è più di 450 estensioni di dominio a tua disposizione.

Infatti, il nome di dominio del tuo sito web può essere il paese- o specifici di nicchia. Qualunque cosa tu faccia, dovresti pensare in modo SEO-friendly.

Pensa al SEO

Riporre le parole chiave più ricercate nel tuo nome di dominio è qualcosa che non funziona. In altre parole, se il tuo nome di dominio contiene (Molti) parole chiave, questo non sarà di alcun aiuto per il tuo blog dal punto di vista SEO.

Costruire un elenco di parole chiave e una strategia è un'attività separata (e un argomento per un altro tutorial, per questo motivo).

Così, per quale dominio dovresti andare? Se stai iniziando un blog personale, puoi sempre usare il tuo nome. In ogni altro caso, dovrebbe essere accattivante e facile da ricordare.

Lo scenario migliore è scegliere un nome di dominio che sia autoesplicativo e memorabile.

Ecco alcuni suggerimenti che puoi seguire; sono validi in quasi tutte le situazioni:

  • Il nome del dominio dovrebbe essere breve;
  • Il nome di dominio dovrebbe essere facile da ricordare;
  • Potresti voler cercare parole facili da pronunciare;
  • Potresti voler scegliere un dominio "brandable";
  • Effettua un controllo della cronologia dei domini per assicurarti che sia pulito;
  • Il nome di dominio può essere correlato alla tua specifica nicchia di blog.

Così, approfondiamo un po 'alcuni dei punti sopra.

Che cos'è un dominio brandable?

A seconda della tua strategia generale, puoi scegliere un dominio personalizzabile. Come spiegato da Novanym, “I nomi di dominio brandizzabili sono indirizzi web che sono stati creati e registrati ma non sono ancora utilizzati come siti web aziendali.

Questi nomi di dominio sono stati progettati con carattere distintivo, orecchiabilità, e immaginazione in mente, pronto per essere adottato da un marchio adatto. Soprattutto, esiste già, anche se la sua attività omonima non lo fa. "

Perché dovresti scegliere un dominio facile da scrivere?

Se hai intenzione di creare e sostenere un blog, scoprirai sicuramente che ci sono tre principali tipi di traffico attraverso i quali le persone accedono a un sito web:

  • Cerca nel traffico, che proviene da motori di ricerca come Google, Bing, e DuckDuckGo;
  • Traffico di riferimento, che deriva dal fare clic sui collegamenti al tuo blog;
  • Digitare il traffico, ovvero quando un utente digita il tuo nome di dominio nella barra di ricerca del suo browser.

Errore di battitura

Digitare il traffico, però, è particolarmente interessante per i proprietari di siti Web e blog. Significa che gli utenti conoscono il tuo sito per nome.

però, questo tipo di traffico comporta il rischio di errori di battitura, compresi punti mancanti e lettere mancanti, e lettere trasposte e "lettere successive".

Digitando male il nome del tuo blog, il visitatore è una causa persa. Ma questo non è nemmeno il peggio che potrebbe accadere poiché i tuoi concorrenti potrebbero inoltrare i nomi errati ai loro blog.

Oppure i refusi potrebbero inoltrare il tuo potenziale visitatore a un malware di un sito Web di phishing. Come puoi evitare tutti questi brutti scenari?

Il cosiddetto "traffico di battitura" può essere aggirato se decidi di investire un po 'più di denaro e tempo per raccogliere i più comuni errori di battitura relativi al tuo nome di dominio.

Dopo averli scoperti, puoi anche registrarli, e quindi applica l'inoltro di dominio gratuito per reindirizzare il traffico di refuso al nome di dominio corretto.

Per quanto riguarda il nome di dominio rilevante per la tua nicchia, crediamo che questo sia autoesplicativo. Vuoi che i tuoi lettori associno il nome di dominio del tuo sito al suo contenuto.

Cos'è l'hosting condiviso

Il termine hosting condiviso si riferisce a un servizio di web hosting in cui un singolo server fisico ospita più siti Web.

Poiché molti utenti utilizzano contemporaneamente le risorse di un singolo server, i loro costi sono bassi. Quando viene creato un sito Web con hosting condiviso, i suoi file verranno conservati su un server che ospita le informazioni di alcuni altri siti Web.

Ciò significa che lo stesso server sarà responsabile della pubblicazione delle informazioni di tutti i siti Web ospitati su di esso. I server condivisi possono ospitare centinaia di utenti.

Ogni cliente del server di hosting condiviso ha accesso a funzionalità come i database, spazio sul disco, traffico mensile, FTP conti, account email, e altri componenti aggiuntivi a seconda del suo piano personale.

Il modo in cui le risorse di sistema sono condivise è on demand e ogni cliente ottiene una percentuale delle risorse RAM e CPU.

Per farla breve, l'hosting condiviso è il modo più economico per portare il tuo sito online, poiché ci sono molte persone che contribuiscono ai costi.

Questo tipo di hosting è davvero ottimo per un piccolo sito web di blog che non richiede configurazioni avanzate o larghezza di banda elevata.

Puoi passare al nostro articolo specializzato dedicato a i migliori provider di hosting condiviso al mondo.

Possiamo anche guidarti nel processo di installazione di WP su hosting condiviso.

Scegli il tuo hosting a livello locale

Se il blog che stai iniziando è legato a un'azienda locale, allora dovresti assolutamente considerare la migliore opzione di hosting per quel mercato specifico.

In altre parole, la prima cosa che dovresti sapere è che a seconda che tu stia avviando un sito web locale o internazionale, ci sono diversi approcci da considerare e attuare.

Il primo consiglio è abbastanza logico: cercare un server o un data center che si trova in quel paese specifico. La posizione è cruciale quando si tratta di un pubblico locale, in quanto garantisce velocità e affidabilità.

Potrebbe persino migliorare il SEO del tuo sito web. Dovresti anche considerare la valuta locale e le normative legali.

Ogni paese ha le sue specificità quando si tratta di leggi e regolamenti, e dovresti conoscere quelli nel paese in cui stai cercando di far crescere la tua attività e il tuo pubblico.

È estremamente importante scegliere l'opzione migliore in materia di rapporto qualità-prezzo, supporto, e vantaggi aggiuntivi per il cliente.

Dopo aver scelto il tuo provider di hosting, rimaniamo in contatto, e cerca tutta l'assistenza di cui hai bisogno - modificando le impostazioni DNS, caricare e indicizzare il tuo sito web, collegamento di un programma FTP.

E tieni presente che la disposizione iniziale dei tuoi file è molto probabilmente inclusa nel pacchetto che stai per pagare.

Come impostare l'hosting Web e il nome di dominio?

Brevemente spiegato, un servizio di web hosting consente alle persone come te di rendere accessibile il loro sito web tramite il web.

Queste società sono create per fornire spazio su un server di proprietà o noleggiato per l'utilizzo da parte dei client, oltre a fornire connettività Internet, di solito in un data center.

Dopo aver selezionato e rassicurato il tuo nome di dominio, arriva il momento di scegliere il tuo servizio di hosting.

Ricorda che le prestazioni del tuo blog dipendono dal provider di hosting, poiché è responsabile del tuo sito è sempre disponibile. È anche dove tutti i tuoi file sono archiviati online.

Sapevi che la maggior parte delle società di hosting fornisce servizi gratuiti di registrazione del dominio?

Di te ovviamente, puoi decidere di mantenere il tuo nome di dominio presso la società di registrazione, il che significa che sarà separato dal tuo account di hosting. Riteniamo che sia più facile tenere tutto sotto un unico account - l'account di hosting - per una manutenzione e una gestione più efficienti.

Se hai deciso di andare con WordPress.org, allora devi cercare Hosting WordPress.

Dal momento che il motivo per cui sei atterrato sul nostro articolo è imparare come avviare un blog, presumiamo che tu sia un principiante.

Il nostro consiglio per un nuovo blogger è quello di scegliere un account di hosting WordPress gestito (Hosting condiviso), come investire in un servizio di hosting più costoso (VPS, server dedicato, eccetera.) non pagare quando hai appena iniziato.

Il prezzo comune del web hosting è di circa $ 10 / mese, quindi il motivo per cui abbiamo dato un prezzo speciale da SiteGround, e puoi ottenere l'hosting WordPress gestito più veloce a soli $ 5,99 / mese con SSL gratuito, CDN, PHP 8, eccetera.

Nota. Vogliamo essere sicuri che tu sappia che i link di hosting sono affiliati e otteniamo una piccola commissione su ogni acquisto senza costi aggiuntivi per te.

Al posto di quello, ottieni l'hosting a un prezzo speciale con un certificato SSL gratuito, CDN, e una garanzia di rimborso di 30 giorni, così puoi sentirti libero di provare l'hosting per un mese.

Per iniziare a ospitare il tuo blog WordPress, vai a SiteGround e scegli il tuo piano.

creare un blog ottenendo un piano di hosting siteground

Dopo aver scelto il tuo piano di hosting devi digitare il nome di dominio del tuo sito web.

Avere un'idea chiara del nome di dominio del sito. Per esempio, un buon consiglio è renderlo breve e con parole chiave mirate.

creare un blog ottenendo un nome di dominio da SiteGround

Quindi digita il tuo account e le informazioni sul cliente nei campi appropriati.

compilare le informazioni di hosting

Quando inserisci le tue informazioni, inserisci le tue informazioni di acquisto come il numero della carta, PayPal, eccetera.

Pagamento Hosting Siteground

Hai completato con successo i passaggi per l'acquisto di hosting WordPress gestito da SiteGround.

creare un blog acquistando l'hosting di siteground

Come scegliere il tuo tema WP

Questo passaggio riguarda la scelta del design e del layout del tuo sito. Questo passaggio è importante quanto il resto. Il layout del tuo sito è il suo volto, e vuoi che sia attraente, di facile utilizzo, e intuitivo.

Vuoi che i tuoi visitatori siano felici, e il design del tuo sito web è la chiave di questa felicità. Ovviamente, le informazioni che fornirai sono anche un elemento chiave.

però, non è solo importante quello che stai dicendo, ma come lo stai dicendo. Vuoi che i tuoi visitatori si fidino di te e ti accettino, quindi sii facile da usare.

Dopo aver installato la piattaforma, inizia a cercare il tema giusto per il tuo blog. Il tema non dovrebbe solo essere fantastico, ma dovrebbe anche essere pratico, soddisfare le esigenze dei tuoi contenuti ed essere coerente con la tua nicchia.

Prima di selezionare un tema, segui questi suggerimenti:

  • Leggi attentamente la descrizione che ti darà un'idea abbastanza chiara delle caratteristiche e delle funzionalità del tema;
  • Dai un'occhiata alle valutazioni del tema visibili all'inizio nell'anteprima e sotto i dettagli del tema. opinioni (di altri blogger) importa;
  • Visualizza l'anteprima del tema in una demo per vedere se fa clic con le esigenze dei tuoi contenuti e l'idea generale;

    Considera la reattività del tema come un segno della tua scelta. Un buon tema ha un design reattivo che funziona sia su desktop che su dispositivi mobili. Questo è importante anche per Google (e vuoi piacere a Google).

Dovresti andare con un gratuito, premio, o tema personalizzato?

Questa è un'ottima domanda, infatti. La risposta dipende interamente dalle esigenze del tuo blog ... e dalla tua visione. I temi gratuiti sono gratuiti, ma è molto probabile che non soddisfino le tue visioni e aspettative.

Temi premium, d'altro canto, hanno un'ampia fascia di prezzo e molto altro da offrire e sono creati sia da sviluppatori che da siti web specializzati. Potresti investire in una licenza monouso a partire da $30 fino a $300 o più alto.

I temi personalizzati possono essere creati da sviluppatori o agenzie freelance. Questi temi richiedono sia la codifica sia la conoscenza del design. Ai fini della creazione di un tema personalizzato, un tema esistente potrebbe anche essere personalizzato.

Questa è sicuramente un'opzione che merita il tuo tempo, i soldi, e sforzo, ma potrebbe non essere quello ideale per un principiante. La tua scelta dipende interamente dal tuo budget.

Come impostare WordPress sul tuo hosting

La configurazione di WordPress sull'hosting SiteGround è molto semplice. SiteGround ha ottimizzato il suo hosting WordPress gestito per una facile installazione di WP. Ecco perché ti consigliamo di utilizzare SiteGround sul tuo sito web.

Come passaggio iniziale, vai alla dashboard di SiteGround. Accedi al tuo account e quindi fai clic su “Sito web”. Tocca il file “Completare” pulsante come mostrato di seguito.

creare un blog nella dashboard di siteground

Selezionare “Avvia un nuovo sito Web” e scegli WordPress se hai intenzione di creare un blog. Se vuoi creare un negozio online scegli WordPress + WooCommerce.

scegli la piattaforma cms su siteground hosting per creare il tuo blog

Quando scegli WordPress come piattaforma CMS, quindi dovrai creare un nuovo login per il tuo sito web. Quando hai finito clicca “Continua”.

creare un blog

Qui puoi aggiungere alcune funzionalità aggiuntive quando sei pronto clicca “finire”.

completare l'installazione di wordpress tramite SiteGround

Dopo aver terminato tutti questi passaggi, digita "yoursitename.com/wp-admin/" nel browser e accedi utilizzando l'e-mail e la password di WordPress che hai creato in precedenza.

accedi al tuo blog WordPress

Questo è che sei già sul tuo sito Web WordPress che attende di essere personalizzato. Nel prossimo passo, scoprirai come lavorare con gli editor di WP, è necessario utilizzare un costruttore di siti web.

Adesso, andiamo avanti!

Come installare i plugin di WordPress

Dopo che sei pronto con l'installazione del tema, il passaggio successivo consiste nell'aggiungere plugin al tuo blog WordPress.

È davvero facile aggiungerli. WordPress ha migliaia di plugin e widget gratuiti su tutto ciò che desideri.

Per esempio, puoi aggiungere plugin per il conto alla rovescia, plugin per timer, moduli di contatto, plugin pop-up, e qualunque cosa ti venga in mente.

L'aggiunta di un plug-in WordPress al tuo blog è simile al modo in cui abbiamo aggiunto il tema. Vai alla dashboard del tuo WP "plugin""Aggiungere nuova"E cerca il plugin che desideri.

Una volta scelto il plug-in che desideri, fai clic su "Installa ora"E quindi attivarlo.

installa i plugin di WordPress

Come configurare le migliori impostazioni del blog WordPress

Fino ad ora, abbiamo creato il nostro blog a un livello fondamentale. Sai come ottenere un nome di dominio, web hosting, installa WordPress sul tuo host, scegli un tema, e installa i plugin.

Prima di iniziare con la creazione della pagina e del post, ci sono alcune impostazioni di base di WordPress che dobbiamo configurare. Adesso cominciamo!

I permalink, noti anche come URL sono gli indirizzi web del contenuto del tuo sito web. È fondamentalmente un codice attraverso il quale le persone possono accedere al tuo sito web.

C'è un'opzione nelle impostazioni di WordPress che ti consente di scegliere la struttura dei tuoi permalink.

Di default, WordPress ha impostato un file “Semplice” Struttura dell'URL, che rappresenta una sorta di numeri casuali. Questa struttura è l'opzione peggiore che puoi scegliere perché non dice nulla ai motori di ricerca sul contenuto dell'URL. In altre parole, non va bene per la SEO del tuo sito web.

configurazione dei permalink sul tuo blog

L'opzione migliore che puoi scegliere è “Nome post” con esso, l'URL sarà lo stesso del nome del suo contenuto.

Visibilità sui motori di ricerca

WordPress ha un'opzione per siti Web privati ​​o portafogli personali. Questa opzione scoraggia semplicemente i motori di ricerca a indicizzare i tuoi contenuti.

rendi visibile il tuo motore di ricerca del blog

Assicurati di non selezionare mai questa opzione, se vuoi avere un sito web tutto tuo.

Come personalizzare la tua home page

Avere una home page ben personalizzata è molto importante per l'UX del tuo sito web.
WordPress lo ha reso facile utilizzando il loro personalizzatore.

Vai a Aspetto –> personalizzare, e poi sperimentare. Assicurati che il personalizzatore WP predefinito abbia opportunità limitate. Il modo migliore per ottenere un design straordinario del tuo sito web è utilizzare un costruttore di siti web.

personalizza il tuo blog

Come creare un menu di navigazione

Avere un menu di navigazione sul tuo sito web è un'altra caratteristica importante che deve avere. Fornisce collegamenti rapidi ai contenuti più importanti del tuo sito web, e può essere personalizzato facilmente tramite il tuo tema.

Se vuoi aggiungere un menu di navigazione, vai a Aspetto –> menu –> Aggiungi un menu.

aggiungi il menu di navigazione al tuo blog

Utilizzo dell'editor di WordPress per creare un blog

Utilizzo dell'editor di WordPress per creare il tuo blog

WordPress è la piattaforma CMS più utilizzata quando si tratta di creare siti web. Offre molte capacità e opportunità, ma ha uno svantaggio piuttosto significativo.

Gli editor di pagine forniti dalla piattaforma sono semplici, ma contare solo su di loro revocherà la possibilità di creare un blog con vari stili e layout.

Il classico editor di WordPress ha un word processor e ti consente di aggiungere testo, immagini, codici, e modalità visive. Non sei in grado di creare quello che vuoi.

però, con il 5.0 versione di WordPress, hanno rilasciato un nuovo editore – Gutenberg.

Editor di Gutenberg vs Editor classico – La differenza

L'editor Gutenberg è in arrivo con WordPress per impostazione predefinita. A differenza del classico editor, con Gutenberg, hai l'opportunità di vedere in anteprima ciò che stai creando all'istante.

Puoi praticamente fare lo stesso con l'editor classico passando dal testo alla grafica, ma ecco che arriva il problema, a volte puoi creare problemi di spostamento del testo e dimensionamento.

Editor di WordPress Gutenberg

Con l'editor di Gutenberg, il tuo contenuto è suddiviso in blocchi, che ti aiutano con la personalizzazione del testo. Oltre all'editor di Gutenberg, hai schemi predefiniti, come i pulsanti, blocchi video, blocchi immagine, eccetera.

L'editor ti consente di personalizzare ogni elemento separatamente. Per esempio, ogni paragrafo può essere in un diverso blocco di contenuto, facilitando la regolazione delle sue dimensioni, spostalo, o semplicemente modificalo.

editor di WordPress classico

però, anche l'editor di Gutenberg è molto più avanzato di quello classico, hai ancora limitazioni relative alla personalizzazione del sito web.

WordPress non è il CMS più utilizzato a causa delle sue caratteristiche e delle opzioni di personalizzazione, ma a causa della varietà di plugin, temi, e costruttori che possono lavorarci.

Scegli un Website Builder per il tuo blog WordPress

Creare il tuo blog WordPress senza un costruttore di siti web può diventare difficile, soprattutto se vuoi creare un design accattivante sul tuo sito web.

Gli editor integrati di WordPress possono darti una base piuttosto solida, ma il loro obiettivo non è rendere il tuo sito web attraente con un design strabiliante, ma fornire i tuoi ricchi contenuti.

Se vuoi creare pagine accattivanti con un design gigantesco, si consiglia di utilizzare il Divi Builder per creare e personalizzare le tue pagine e i tuoi post.

costruttore di siti web divi

Ovviamente, puoi consultare il nostro articolo con i migliori costruttori di siti web, dove abbiamo fornito recensioni delle drag più famose & drop page builder e software.

Ora che conosci le basi dei costruttori di WordPress, è ora di passare alla parte tecnica e imparare a creare pagine e post su WordPress.

Crea pagine sul tuo blog WordPress

crea pagine sul tuo blog wordpress

Quando si tratta di creare pagine su WordPress, hai due diverse opzioni.

Se hai un blog e pubblichi notizie o articoli ogni giorno, devi creare un post. Devi creare una pagina quando crei le pagine di destinazione, o pagine come Chi siamo, Contatti, o Homepage, per esempio.

A differenza delle pagine, i post possono essere organizzati in categorie e tag.

Pagine che devi avere sul tuo sito web

Ci sono alcune pagine essenziali che devi avere sul tuo sito web.

Homepage

La homepage è una presentazione del tuo sito web. È la prima cosa che i clienti del tuo sito web vedono quando lo visitano. Potrebbe essere ben personalizzato e organizzato.

È essenziale avere le cose più importanti sul tuo sito web. UN interfaccia user-friendly è necessario anche per avere una migliore esperienza utente.

Quando avvii il tuo blog WordPress, la piattaforma crea automaticamente una home page predefinita con un design piuttosto semplice che deve essere personalizzato.

Prima di iniziare a personalizzare la tua home page, devi considerare alcune cose.

Scegli un tema che supporti i modelli di home page: Ti farà risparmiare un sacco di tempo se utilizzi una homepage predefinita supportata dal tuo tema WordPress.

Usa un trascinamento & generatore di drop page: Se vuoi creare un'interfaccia dall'aspetto accattivante, il page builder è l'opzione migliore che puoi scegliere.

Ti aiuterà a creare un design straordinario per il tuo sito web. Se scegli di utilizzare l'estensione Tema Astra, puoi combinarlo con Elementor.

Per ottenere un tema e un costruttore di siti Web in uno, considera meglio scegliere Divi come costruttore di siti web.

Informazioni sulla pagina

Creare e avere una pagina Informazioni è un ottimo modo per familiarizzare i clienti e i visitatori del sito web con la tua attività.

Puoi descrivere cosa possono trovare sul tuo sito web e fornire alcuni contenuti emotivi, per esempio, la tua storia o, se sei una persona fisica, qualcosa sulla tua vita e su come sei stato ispirato ad avviare la tua impresa.

La pagina Informazioni deve avere un bell'aspetto e convincere le persone che si trovano nel posto giusto.

Pagina di contatto

Avere una pagina di contatto sul tuo sito web è di grande importanza perché è quando ricevi le informazioni essenziali sui tuoi visitatori e li rendi clienti.

Il modo migliore per creare la tua pagina di contatto è aggiungere un modulo di contatto in cui i tuoi clienti possono compilare la loro email e inviarti un massaggio.

Il modo migliore per creare un modulo di contatto è usare WPForms. Puoi usarlo per aggiungere qualsiasi modulo di cui hai bisogno sul tuo sito web.

Crea pagine con l'editor classico (Pagine del blog)

Creare una pagina con il classico editor di WordPress è un'attività piuttosto semplice che può fare anche un principiante.

Primo, vai al tuo Dashboard di WordPress, poi pagine –> Aggiungere nuova.

crea una pagina con il classico editor di WordPress

Dopo che sei qui, personalizza la tua pagina aggiungendo titolo e contenuto. È inoltre possibile utilizzare gli attributi della pagina per creare un collegamento, testo grassetto, aggiungi un'immagine, eccetera.

Se stai utilizzando un tema WordPress specifico, potresti avere un modello personalizzato che avrà un aspetto diverso.

Dopo che sei pronto con la creazione del contenuto, l'ultima cosa che devi fare è pubblicare il tuo lavoro. Hai anche la possibilità di visualizzarlo in anteprima prima di pubblicarlo.

Crea pagine con Gutenberg (Pagine del blog)

La creazione di una pagina con l'editor Gutenberg può fornire migliori opportunità di personalizzazione e un design più elaborato rispetto a realizzarla con quello classico.

Per fare questo lavoro, primo, devi attivare il plugin Gutenberg e set è un editor predefinito.

Dopo di che, di nuovo vai al tuo Pannello di controllo –> pagine –> Aggiungere nuova.

Come potete vedere, c'è una differenza significativa tra i due editor. Con quello di Gutenberg, hai una notevole varietà di elementi della pagina, opzioni di personalizzazione, blocchi di contenuti, eccetera.

Qui puoi aggiungere il tuo contenuto aggiungendo blocchi di contenuto e organizzare il tuo testo in un modo migliore. Puoi anche aggiungere facilmente pulsanti e animazioni video.

Se attivi l'editor Gutenberg e non vedi gli attributi in-page, fai clic su “più segno“, e vedrai tutti gli attributi, diviso in due sezioni – Blocchi e modelli.

Dopo aver riempito la tua pagina di contenuti, la pubblicazione avviene in modo simile a quello classico.

Come scrivere il tuo primo post

come scrivere il tuo primo post sul blog

Scrivere e creare il tuo primo post sul blog sono cose diverse.

Questo passaggio è dedicato al lato più tecnico della creazione del post. Ricorda che dovresti avere un'idea chiara dell'argomento che tratterai prima di scrivere il tuo post sul blog. Realizzandolo SEO-friendly è anche cruciale.

Crea il tuo post con il classico editor di WordPress

tecnicamente, creare un post con l'editor classico sul tuo blog WordPress può essere fatto molto facilmente se hai i tuoi contenuti pronti per essere incollati sul foglio bianco.

Primo, vai al tuo Dashboard WP, poi Messaggi –> Aggiungere nuova.

Quando sei al “Crea un post” pagina, puoi notare che ha praticamente lo stesso layout di quando stavamo creando le nostre pagine con l'editor classico.

Devi aggiungere un titolo, e sotto il “Aggiungi titolo” scatola, hai il menu bootstrap, attraverso il quale è possibile accedere in modo più veloce ai codici HTML solo cliccando sulle icone.

Se sei pronto con i tuoi contenuti, puoi incollarlo sul foglio bianco, personalizzare i titoli, ed evidenzia le cose che desideri.

Anche, puoi importare immagini e video facendo clic sul file “Aggiungi media” icona. Per le migliori prestazioni sul tuo sito web, ottimizza le tue immagini.

come aggiungere immagini al tuo blog

Crea il tuo post con l'editor Gutenberg

Dopo aver già installato e attivato l'editor Gutenberg, di nuovo vai al tuo Pannello di controllo –> Messaggi –> Aggiungere nuova.

Vedrai un'ampia varietà di opzioni per personalizzare i tuoi contenuti in modi diversi.

La cosa positiva di Gutenberg è che puoi creare i tuoi contenuti in vari blocchi di contenuto. Creane uno per ogni titolo H2, immagini, e pulsanti se ne hai. Non hai bisogno di alcuna conoscenza di programmazione per lavorarci.

Per aggiungere un blocco, è necessario fare clic sul grande blu “+” pulsante, e da lì, vedrai un'anteprima di tutti i blocchi e modelli tra cui puoi scegliere.

Aggiungi tag e categorie

L'aggiunta di tag e categorie al tuo blog WordPress ti aiuta a organizzare i tuoi contenuti.

Ricorda che le categorie sono strutture gerarchiche che organizzano i tuoi contenuti in base alla pertinenza.

Per esempio, hai un blog di cibo sano e scrivi ricette vegane.

Sarà importante aggiungere una categoria – “Ricette Vegane,” che può essere una sottocategoria di “Ricette salutari.” Anche, nella categoria principale, “Ricette salutari,” Puoi aggiungere “Ricette vegetariane” e "Ricette a basso contenuto di glutine"Come altre sottocategorie.

Puoi aggiungere tutte le classi e le categorie che desideri per gerarchizzare il tuo sito web e creare rilevanza all'interno dei tuoi contenuti.

Per aggiungere categorie con l'Editor classico, devi essere sul tuo post. Sul lato destro dello schermo, vedrai la casella Categorie.

Clic “Aggiungi nuova categoria“, nominalo, e scegli se vuoi che sia una categoria principale o una sottocategoria.

Nello stesso modo, puoi aggiungere nuovi tag o scegliere tra quelli già creati.

Aggiungi categorie con l'Editor classico

I tag vengono utilizzati per descrivere contenuti specifici. Aggiungendoli ai tuoi post, crei rilevanza tra i post con gli stessi tag, il che significa che hanno qualcosa in comune.

Fai attenzione ai tag perché possono creare un grande casino sul tuo sito web se non li usi correttamente. Non abusarne.

Per aggiungere categorie e tag con l'editor Gutenberg, vai alla tua pagina dei post, e fare clic su “Ingranaggio” icona in alto a destra per accedere al menu. Quindi aggiungi le tue categorie e tag, nello stesso modo, come con l'editor classico.

Aggiungi categorie con l'editor Gutenberg

Una volta che sei pronto con i tuoi tag, categorie, soddisfare, e personalizzazione, aggiungi gli ultimi ritocchi e fai clic sul file “Pubblicare” pulsante per rendere visibile il tuo articolo sul tuo sito web.

Una buona abitudine prima della pubblicazione è quella di visualizzare in anteprima l'intero lavoro e rimuovere eventuali errori.

Come creare la tua strategia per i contenuti?

come creare la tua strategia per i contenuti

Dopo aver completato i passaggi tecnici precedenti, è tempo di provocare l'ispirazione e l'immaginazione! Sei arrivato a destinazione, che aprirà nuove porte e possibilità per te e il tuo blog.

Come puoi immaginare, la strategia dei contenuti è un argomento senza fine, e esperti SEO hanno scritto interi libri al riguardo. Ci sono, però, alcuni passaggi necessari con cui dovresti iniziare, ad esempio:

  1. Definire i tuoi obiettivi;
  2. Alla ricerca della nicchia (mercato), starai prendendo di mira;
  3. Seleziona le parole chiave che sceglierai come target; (Vai alla ricerca per parole chiave);
  4. Alla ricerca del concorso;
  5. Scegli con cura le idee del tuo argomento;
  6. Inizia a lavorare sui tuoi contenuti e sui suoi elementi.

Come scegliere la tua nicchia / mercato (Q&UN)

Perché trovare e scegliere una nicchia è strettamente individuale per chiunque, abbiamo preparato alcune domande per aiutarti a navigare e trovare l'attività giusta.

Qual è il tuo badget?

Essere consapevoli di quanto puoi spendere per il tuo nuovo progetto ti darà una chiarezza significativa.

Valutare il tuo budget ti aiuterà a dividerlo tra le diverse spese come il web hosting, Tema WordPress, costruttore di siti Web, plugins, dipendenti, progettisti, eccetera.

A seconda del tuo budget, puoi variare e rendere il cerchio più grande o più piccolo.

Cosa vuoi?

Avere un'idea nella tua mente di ciò che vuoi ottenere è la chiave del successo. Schiarisciti le idee, fare una pausa, e ricerca le diverse nicchie.

Tenendo conto del tuo budget, scegli la nicchia che ti accontenterai di partecipare.

Quali sono le tue abilità?

Abbina le tue abilità ai tuoi obiettivi.

Avere abilità come la programmazione, marketing, o solo una conoscenza di base del web può trarre vantaggio in modo molto diverso dai tuoi progressi e da come inizierà il tuo progetto.

È essenziale disporre di una base di conoscenze su cui costruire il tuo progetto.

Qual è la concorrenza?

Prima di tuffarsi in acqua, controlla quanto è profondo. Ricerca la concorrenza della tua nicchia. La torta è abbastanza grande per tutti? Puoi averne un pezzo?

Una volta impostata la strategia dei contenuti, il passo successivo è l'ottimizzazione per i motori di ricerca del tuo sito Web WordPress.

L'intero obiettivo della SEO è portare il tuo sito web in cima alle classifiche del motore di ricerca, quindi ottiene più visitatori e quindi più traffico.

Ti mostreremo come iniziare con WordPress SEO e implementare le migliori tecniche del tuo sito web.

Inizia con il SEO di WordPress (Tecniche SEO)

Tecniche SEO di WordPress

Il modo migliore per ottenere traffico organico è utilizzare l'ottimizzazione dei motori di ricerca.

Anche se non è un compito facile ottimizzare SEO il tuo sito web, se lo fai correttamente, otterrai il traffico più forte e più favorevole alle conversioni. Esistono molti approcci diversi per rendere il tuo sito web ottimizzato per la SEO. Useremo il file 4 i migliori hanno dimostrato di funzionare.

Ovviamente, tenetelo presente nelle diverse nicchie, il SEO può richiedere una quantità di tempo aggiuntiva. E nei mercati più competitivi, il SEO deve essere molto pulito.
Ci occuperemo noi:

  1. SEO sulla pagina;
  2. Ricerca per parole chiave;
  3. Costruendo collegamenti;

SEO sulla pagina / SEO interno

Uno degli approcci migliori e più utili per classificare bene il tuo sito web su Google è il SEO on-page.

Questo metodo SEO ti aiuta a ottimizzare il tuo sito web in un modo adatto a Google in modo che i crawler possano scorrerlo rapidamente e trovare le informazioni necessarie per indicizzare velocemente le tue pagine web e posizionarle più in alto nei risultati di ricerca.

WordPress consente un'ottimizzazione più semplice del sito Web grazie alla sua SEO-friendly, semplice, e, allo stesso tempo, interfaccia altamente personalizzabile. Ora passiamo all'azione!

Interfaccia semplice

Cerca di mantenere l'interfaccia del tuo sito il più pulita e semplice possibile, ovviamente, non dovrebbe essere brutto, ma l'idea principale è di non avere troppa roba di pan di zenzero.

La meccanica come i popup, menu a discesa, e le transizioni devono essere fluide e soddisfacenti per gli utenti. Anche, il contenuto deve essere classificato gerarchicamente molto bene.

Tutto deve essere fluido e di facile accesso per l'utente. Gli articoli dovrebbero essere ben strutturati per mantenere gli utenti sul tuo sito web. Più a lungo i clienti rimangono sul tuo sito web, meglio è per il suo posizionamento su Google.

Collegamento interno

Il collegamento interno è un altro metodo adatto per fare un ulteriore passo avanti nell'ottimizzazione SEO. Il collegamento interno mantiene tutti i tuoi post collegati, e non solo è utile per una navigazione più facile, ma i vari post che hai si danno potere a vicenda.

Assicurati di averlo almeno 2-3 link interni in ogni articolo o post. Può davvero migliorare la SEO del tuo sito web.

Crea una mappa del tuo contenuto

Se non sei sicuro di cosa sia una mappa del sito, Ecco qui:
Una Sitemap è un elenco dei contenuti del tuo sito web, contenenti principalmente i loro URL.

Esistono due tipi di Sitemap: Mappa del sito HTML e mappa del sito XML.

Significato della mappa del sito HTML: È un elenco di tutte le pagine di contenuto importanti del tuo sito web. Aggiungendoli alla mappa del sito HTML, in pratica dici a Google che questo contenuto è potente. Il motore di ricerca fa riferimento al database e indicizza queste pagine più velocemente e le classifica meglio.

Significato della mappa del sito XML: A differenza di quello HTML, la mappa del sito XML elenca tutti gli URL del tuo sito web che agiscono come una connessione tra il tuo sito web e i motori di ricerca.

Avendo una mappa del sito HTML e XML, i crawler dei motori di ricerca possono trovare, indice, e classifica i tuoi contenuti molto più facilmente, quindi assicurati di usarli nel tuo blog WordPress.

Crea un sommario

L'implementazione di un sommario è un'altra buona tecnica SEO, che Google ama. Mettere il tuo “H2” e “H3” i titoli in una tabella simile daranno loro il potere di classificarsi bene come parole chiave nel motore di ricerca.

Usa i tag alt sulle tue immagini

In parole semplici, i tag alt agiscono da traduttore per Google. Descrivono il significato dell'immagine e il contenuto di essa. L'aggiunta di tag alt aiuterà a potenziare e ottimizza le tue immagini per posizionarsi bene nella ricerca di immagini.

Scrivi contenuti di qualità

Qualità più che quantità!

Il lungo, articoli ben scritti sono i contenuti che Google preferisce. La creazione di un articolo prominente con contenuti utili sarà classificata meglio di uno scritto breve e veloce.

Assicurati di strutturare bene i tuoi articoli e di osservare vari argomenti rilevanti. Se lo fai bene, di sicuro, ti classificherai bene.

Installa un plug-in SEO

Seguire tutte queste tecniche e approcci SEO può essere un compito difficile. L'installazione di un plug-in SEO aiuta l'ottimizzazione SEO più rapida e semplice sul tuo sito.

Si consiglia di installare il Yoast SEO collegare. Ti aiuterà a ottimizzare il tuo post e le tue pagine.

Se vuoi saperne di più su Yoast e altri plugin SEO, anteprima i migliori plugin SEO.

Ricerca per parole chiave

La ricerca di parole chiave può aiutarti a capire cosa ottiene più traffico ed è più cercato. L'utilizzo di parole chiave appropriate per la tua nicchia può aumentare il tuo sito Web nel cielo. Ogni parola chiave ha una concorrenza e una durezza diverse per classificarsi.

Come un principiante, è meglio partire dalle parole chiave poco competitive e aumentare gradualmente il livello.

Sono buoni strumenti per la ricerca di parole chiave:

  • Google Keyword Planner – È uno strumento gratuito utilizzato principalmente dai siti Web che utilizzano Google Adwords;
  • Ricerca Google – Il motore di ricerca che utilizzi per comprarti scarpe carine può aiutarti a cercare parole chiave per il tuo sito;
  • SeoStack – Questo è uno strumento gratuito per la ricerca di parole chiave per qualsiasi motore di ricerca e qualsiasi paese. Lo strumento offre un'ampia varietà di opzioni, e puoi cercare parole chiave specifiche per qualsiasi paese. Può essere installato come estensione Chome;
  • Ahrefs – È uno strumento che molto probabilmente fornirà informazioni sul tuo concorrente, ma allo stesso tempo, hai un esploratore di parole chiave.
  • Il link building è un importante fattore di ranking di Google, e più siti web che sono collegati al tuo, migliore sarà il posizionamento del tuo sito web su Google.

    Cos'è il link building?
    È il processo per ottenere le tue pagine web (messaggi, articoli, eccetera.) collegati da altri siti web. Questi tipi di collegamenti sono chiamati backlink. Costruire una massa di link sul tuo sito web non è facile, e non può essere fatto velocemente.

    Creare backlink è lo stesso che creare relazioni ma nello spazio di networking.

    Così, In una relazione, entrambi i siti ottengono valore. Sarebbe utile se trovassi linker pertinenti che forniranno collegamenti forti e potenti al tuo sito web. Ancora, devi riprendere il gesto.

    Più grande è un sito web, migliore è il tuo posizionamento su Google se ricevi un backlink da esso.

    Esistono molti metodi diversi per avviare il processo di creazione dei collegamenti, e di seguito mostreremo quelli più efficaci.

    Crea contenuti di qualità

    Come abbiamo detto nel passaggio precedente, contenuti di alta qualità sono essenziali per il posizionamento, ma è anche cruciale per costruire una massa di collegamento. Avere contenuti significativi e di qualità può facilmente farti guadagnare molti backlink.

    Per esempio, puoi scrivere guide e notizie, che raccoglierà quantità significative di backlink al tuo sito web.

    Crea backlink

    Esistono diversi modi per creare backlink al tuo sito web. Puoi usare i social media, metti il ​​tuo sito web nei tuoi profili, e condividere contenuti significativi sulle pagine Facebook e Twitter pertinenti.

    Puoi anche commentare su diversi blog e directory. Puoi rispondere alle domande in Quora.

    Questo metodo è facile da eseguire, ma non può servirti un'immensa quantità di backlink e non è così efficace. Ancora, è adatto ai principianti.

    Siti Web di posta elettronica

    Per guadagnare backlink al tuo sito web, puoi inviare un'email ad altri siti Web pertinenti per ricollegarti al tuo. Questo è il metodo più impegnativo fino ad ora, ma può farti guadagnare i migliori backlink.

    Assicurati di inviare e-mail solo siti Web pertinenti al tuo perché se il contenuto del sito Web non si applica al tuo in termini di contenuto pertinente, questo potrebbe danneggiare il tuo sito web e rovinare le tue classifiche.

    Guest blogging

    Creazione di guest post di alta qualità per altri grandi siti web, e collegare il tuo nel contenuto è uno dei metodi migliori per ottenere backlink di alta qualità.

    Utilizzando questo metodo, entrambe le parti vincono. Da un lato, il sito web host ottiene contenuti gratuiti, e dall'altra parte, vieni presentato su un sito web più importante e ricevi un backlink gratuito.

    Come promuovere il tuo blog

    promuovi il tuo blog

    Promuovere il tuo blog è il passo successivo per ottenere popolarità e traffico. Anche se hai ottimi contenuti, ha bisogno di marketing per raggiungere il suo pubblico.

    Il modo più veloce ed efficace per raggiungere l'obiettivo di ottenere traffico è promuoverlo.

    In questo passaggio, abbiamo preparato i modi più potenti per promuovere il tuo blog e ottenere tonnellate di traffico di qualità:

    1. Marketing via email
    2. Email outreach
    3. Social media
    4. Concentrati su Youtube
    5. Google AdWords
    6. Attività sul blog
    7. Ottimizzazione del motore di ricerca

    Marketing via email

    L'email marketing è una delle strategie più antiche per promuovere il tuo sito web, e ancora, è uno di quelli di maggior successo. La ricerca lo rivela 95% degli utenti del tuo sito web probabilmente non torneranno mai più.

    Così, nella maggior parte dei casi, hai solo un'opportunità per farli tornare – di creazione di campagne di email marketing.

    Per avviare queste campagne, avrai bisogno degli utenti del tuo sito web’ messaggi di posta elettronica.
    Crea una casella di abbonamento, newsletter via email, o convincere i tuoi clienti a partecipare a un omaggio.

    Può essere il modo più semplice per raccogliere le loro e-mail.

    Il prossimo passo è scegliere un software di email marketing come Mailchimp.
    Ti consentirà di creare campagne email in modo efficiente e di promuovere il tuo blog regolarmente e continuamente.

    Email outreach

    Il raggio d'azione della posta elettronica può essere utilizzato per promuovere i tuoi contenuti in diversi modi per indirizzare traffico e backlink al tuo blog WordPress.

    La diffusione della posta elettronica è fondamentalmente uno dei metodi più semplici per promuovere il tuo blog, e allo stesso tempo, può essere molto efficace.

    Puoi creare guest post e pubblicizzare i tuoi contenuti tramite influencer creando una mailing list per raggiungere tutti coloro che desideri.

    La pubblicità tramite influencer è uno dei modi migliori per ottenere traffico conversazionale di alta qualità. A seconda della tua nicchia, puoi contattare coloro che sono famosi con rilevanti per i tuoi contenuti.

    Social media

    I social media sono un'altra potente strategia che devi implementare. È un modo gratuito ed efficace per ottenere traffico sul tuo sito web. E se usi correttamente i social media, può persino potenziare il tuo sito web nel cielo.

    Per iniziare con la promozione sui social media, primo, è necessario creare profili su tutti i popolari siti di social media come Facebook, cinguettio, Instagram, Pinterest, eccetera.

    Un aspetto importante è che non devi concentrarti su tutti i tuoi profili sui social media. L'approccio migliore è concentrarsi su uno o due dei tuoi profili e svilupparli pubblicando costantemente contenuti di alta qualità.

    Ovviamente, se hai abbastanza risorse, puoi pubblicare frequentemente su tutti i tuoi profili e svilupparli contemporaneamente. Assicurati di aver ottimizzato i tuoi contenuti con un titolo accattivante e un'introduzione riassuntiva.

    In questo modo, quando crei un post sui social media, gli spettatori vedranno le informazioni più essenziali sul tuo post e cosa possono trovare o apprendere al suo interno.

    È fondamentale creare contenuti significativi per ottenere impressioni positive.

    Concentrati su Youtube

    Quando si tratta di promuovere il tuo blog WordPress, Youtube può essere come un universo completamente nuovo, e di sicuro, uno dei posti migliori in cui puoi promuovere e creare i tuoi contenuti.

    È uno dei modi più impegnativi per promuovere il tuo sito web perché richiede un lavoro massacrante e molte risorse.

    Ancora, può diventare una bestia ancora più prominente del tuo sito web, portandoti entrate significative.

    Se inizi con Youtube, assicurati che la frase: “Qualità più che quantità” è sempre nella tua mente mentre realizzi i video.

    È meglio creare un video al mese ma renderlo di alta qualità con molti contenuti significativi e una buona ottimizzazione SEO con una descrizione e un titolo adeguati.

    Cerca di rimanere il più coerente possibile, e una delle cose più importanti è creare video in un modo che sarai felice di guardare.

    Un fatto interessante è che Youtube può convertire fino a 5 volte più di Google in ambiti specifici.

    Google AdWords

    La promozione Google a pagamento è il modo più semplice per ottenere traffico rapido sul tuo blog WordPress, ma ti costerà notevoli quantità di denaro.

    Se pensi di iniziare a pagare gli annunci a Google, assicurati di aver ottimizzato il tuo sito web con contenuti di conversione significativi e di qualità. Altrimenti, perderai molti soldi e potenziali guadagni.

    Attività sul blog

    Essere attivi in ​​diversi blog, piattaforme, e le pagine dei social media possono aiutarti a portare traffico al tuo sito web. Puoi rispondere a varie domande e pubblicare i tuoi contenuti lì, ma non in modo spam.

    Questo approccio non può davvero procurarti tonnellate di traffico, ma può migliorare il tuo sito web, soprattutto se stai appena iniziando con l'impresa per creare un blog WordPress.

    Ottimizzazione del motore di ricerca

    Abbiamo già parlato di SEO nel passaggio precedente, ma possiamo dire che è la strategia di promozione più affidabile.

    Consente al tuo blog di posizionarsi su Google e ottenere traffico senza pubblicare i tuoi contenuti in vari luoghi e pagare per gli annunci. Scopri di più sulla SEO nel passaggio precedente.

    Come monetizzare il tuo blog

    Fare soldi con un blog WordPress è l'ultimo passaggio della nostra guida. Realizza il tuo sogno e inizia a guadagnare con il tuo hobby.

    Monetizzare i tuoi contenuti può portarti molte entrate e fare del tuo blog il tuo lavoro. Ci sono alcuni metodi e approcci con cui puoi guadagnare un ottimo reddito.

    Ovviamente, la monetizzazione non è un processo facile, ma è decisamente più facile che abbattere il traffico sul tuo sito web.

    Monetizzare il tuo blog WordPress è l'ultimo passaggio perché devi eseguire tutti i passaggi precedenti e iniziare almeno a generare 300 traffico giornaliero prima di implementare alcuni dei metodi che abbiamo preparato.

    Ecco i cinque metodi più potenti per la monetizzazione.
    Li abbiamo disposti in ordine gerarchico, da quelli che possono farti guadagnare meno a quelli che possono farti una fortuna.

    1. Google AdSense
    2. Freelance
    3. Vendi prodotti
    4. Marketing di affiliazione
    5. Crea un prodotto

    Utilizza Google AdSense

    Come abbiamo detto, iniziamo con il modo più semplice per monetizzare il tuo blog.

    Puoi iniziare a guadagnare mostrando gli annunci forniti da Google dalla sua rete pubblicitaria chiamata Google AdSense.

    Puoi iniziare con questo metodo anche se il tuo sito web non è molto popolare e non genera enormi quantità di traffico.

    Anche, se stai generando più traffico sul tuo sito web, puoi collegarti direttamente a un prodotto specifico e pubblicizzarli ottenendo le entrate pubblicitarie totali.

    Freelance

    Essere un libero professionista è un bel lavoro. Lavori quando vuoi e hai molto tempo libero, ma qui c'è una situazione leggermente diversa.

    Puoi utilizzare il tuo blog WordPress per pubblicizzare le tue abilità personali e guadagnare come libero professionista. Questo è un ottimo modo per attirare più traffico e costruire una relazione con i clienti.

    Se hai le capacità per diventare un libero professionista, assicurati di aggiungere un file “Assumimi” pagina sul tuo sito web.

    Inizia a vendere prodotti

    La vendita di prodotti sul tuo blog è un'altra buona alternativa per iniziare a guadagnare buoni.

    La vendita di prodotti sul tuo blog lo trasformerà in un sito di e-commerce, ma con la differenza che puoi vendere prodotti virtuali come gli e-book, immagini, programmi, eccetera.

    Vendendo prodotti virtuali, non sarai coinvolto in cose come gli ordini, spedizione, fornitura di scorte, e tutte le cose che devi fare se hai un prodotto fisico.

    L'aspetto più importante dei prodotti virtuali è che vendi il prodotto e ottieni i soldi al momento senza nemmeno conoscere il tuo cliente.

    In questo caso, possiamo dire che la vendita di un prodotto virtuale può portarti un reddito passivo consistente, soprattutto se hai un pubblico più vasto sul tuo sito web.

    Marketing di affiliazione

    Il marketing di affiliazione è una delle migliori pratiche quando vuoi monetizzare il tuo sito web. Utilizzando il marketing di affiliazione, fondamentalmente generi entrate vendendo cose tramite il tuo link di riferimento o affiliato.

    Al giorno d'oggi, puoi ottenere un link di affiliazione da quasi tutti i prodotti o servizi. Devi scegliere prodotti pertinenti per il tuo sito web e partecipare alla loro campagna di affiliazione per ottenere referral.

    Quindi inserisci il link in alcuni dei tuoi post o crea post unici incentrati sul prodotto o servizio che vendi, e quando qualcuno fa clic e acquista attraverso di essa, ottieni entrate.

    Il modo migliore per organizzare il tuo link di affiliazione, soprattutto quando ne impili un numero significativo, è installare un plugin come ThirstyAffiliates o utilizzare un costruttore di siti web con un servizio simile.

    Crea un prodotto

    La creazione di un prodotto o servizio è il livello più alto che puoi raggiungere nello sviluppo del tuo sito web. Creando il tuo prodotto, diventi indipendente, e puoi iniziare a lavorare su un livello completamente nuovo.

    La creazione di un prodotto è il modo più impegnativo per monetizzare il tuo sito web, ma allo stesso tempo, può portarti la maggior parte delle entrate. Prima di iniziare con la creazione del tuo prodotto, devi considerare alcune cose.

    Hai i soldi per avviare il tuo prodotto, e hai abbastanza popolarità sul tuo sito web per pubblicizzarlo?

    Se la risposta qui è “sì”, puoi iniziare a levigare il tuo prodotto senza problemi. Ma se la risposta è “No”, c'è una grande possibilità di fallire. Così, prima che inizi, assicurati di aver fatto i conti.

9 Commenti

  1. AvatarAya

    Grazie mille per questo tutorial! Sono un novizio, e qui ho trovato tutti i dettagli essenziali che mi aiuteranno a iniziare a creare il mio blog personale nel modo giusto.

    Replica
  2. AvatarNicoluas

    Bel lavoro ragazzi, piace perché mostra consigli e suggerimenti puri senza spingere prodotti e servizi. Sto usando un provider di hosting locale in Grecia e ti ho trovato attraverso la tua recensione di installazione wordpress per Papaki.

    Replica
  3. AvatarDI

    Esiste un modo per creare riunioni sulla home page sul blog di wordpress. Sto usando un tema gratuito. Per favore, consiglio?

    Replica
  4. AvatarBenEC

    Ciao! Grazie mille per il tutorial. Posso chiederti qualcosa in più? C'è un modo per creare un indirizzo email collegato a un blog? Non voglio che il mio blog sia collegato a un account Gmail personale. Quindi ho bisogno di creare un indirizzo email dedicato al blog. Grazie :)

    Replica
  5. AvatarRoberto

    Ciao Howtohosting Team,
    hai scritto così tanti contenuti! Quindi grazie, per i principianti.
    Non sapevo da dove cominciare, ma poi ho continuato a leggere sempre di più e ne ho capito il succo, credo. Meno male che hai immagini e parti di tutorial e quel genere di cose. Mi è particolarmente piaciuto il suggerimento NON FARE CLIC sul file “Scoraggia i motori di ricerca dall'indicizzazione” parte – Stavo ridendo per come era stato formulato, ma mi chiedevo cosa avrebbe fatto esattamente – mi hai fatto controllare.

    L'hai trasformato in una specie di enciclopedia, che mi piace, ma ad essere onesti, Non ho seguito tutto… troppo lungo, lol, ma puoi fornire altri esempi su cosa sia il contenuto di qualità, oltre a guide pratiche e notizie? Adesso, Ho un sito quasi completamente funzionante, quindi questa è la mia domanda – la parte sui buoni contenuti. Cosa lo rende buono? I backlink sono così importanti e se pago per questo è una cattiva strategia?

    Aspettando una risposta,
    Il tuo nuovo fan,
    Roberto

    Replica
  6. Tsetso MikhailovTsetso Mikhailov

    Hey, Roberto!
    Sono contento che siamo stati utili!

    Ai tuoi punti:

    Il contenuto di qualità dovrebbe essere scritto con frasi significative, che meglio aiutano il tuo pubblico. Per esempio, stai vendendo automobili – non scrivere solo le specifiche delle auto, ma una storia più dettagliata su ogni veicolo.

    Ciò che rende il contenuto buono è quando lo rendi coinvolgente. Fallo, in modo che i tuoi utenti vorrebbero e avrebbero sicuramente bisogno di vedere quel contenuto sul tuo sito e che li aiutasse. Così, si applica a qualsiasi tipo di sito, quelli sopra erano solo alcuni esempi.

    Backlink, i collegamenti interni e altri collegamenti di informazioni utili sono importanti, ma non pagarli. Come principiante, hai molto da costruire e con un sito veloce e buoni contenuti (guarda cosa ho fatto lì, haha), i collegamenti arriveranno prima o poi.

    Il pagamento dei link può essere positivo o negativo. Se paghi qualcuno per essere sulla sua pagina, questo può essere vantaggioso ed etico. Ma come pagare migliaia di link per andare al tuo sito web come una spinta falsa in un breve periodo di tempo è un male e non dovresti assolutamente farlo.

    I migliori saluti dal team di HowToHosting.guide!

    Replica
  7. Tsetso MikhailovTsetso Mikhailov

    sì, BenEC, dovresti creare un altro account di posta elettronica per il blog.
    Puoi sempre modificare le email, quindi non preoccuparti.

    Replica
  8. AvatarPing Zhen

    Is it really mandatory to use Email Outreach, will it help with regularly returning users?

    Replica
  9. AvatarNela

    There is something I’m wondering about.. is it possible to use wordpress just for a blog creation and then transfer the blog to my wix site? I’m just trying to find best option to combine wordpress and wixthanks in advance!!

    Replica

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *